Prodotti e Servizi > geniusLoci digitale

Il geniusLoci digitale (gLd)


Visite virtuali e geniusLoci Digitale

La nostra architettura di visita virtuale combina vari media e tecnologie per offrire un’esperienza dello spazio riprodotto più approfondita e coinvolgente delle consuete visite virtuali, che come è noto cercano di valorizzare ciò che trattano concentrandosi prevalentemente sulla creazione dell’illusione di trovarsi realmente nel luogo reale che viene simulato.
Nel nostro caso, invece, la rete delle immagini panoramiche, le mappe interattive che seguono l’utente durante l’esplorazione anche negli interni, le immagini di dettaglio, gli slideshow e gli zoom delle foto di corredo e i video si pongono l’obiettivo di restituire il senso del luogo - da qui il riferimento alla nozione latina di genius loci - in modo più ricco e coinvolgente del consueto.
Tutto l’universo iconografico e testuale che è cresciuto intorno ad un luogo o ad un bene culturale può essere utilizzato. Ecco allora che disegni, incisioni, dipinti, foto d'archivio, filmati, mappe storiche e quant’altro di volta in volta faccia al caso, possono essere combinati per restituire l’identità di un luogo.



Tutti i vari media sono integrati a formare un sistema informativo reticolare che può essere liberamente percorso dai visitatori virtuali seguendo vari criteri di esplorazione.
In primis seguendo la configurazione topografica dello spazio simulato, così come esso risulta dalla rete delle immagini panoramiche interattive che rappresentano i punti di vista salienti sulla scena.
Ma la fruizione può svolgersi anche seguendo i vari criteri di classificazione dei luoghi, degli oggetti o delle opere contenute nel sistema che sono proposti al visitatore. Musei, palazzi storici, luoghi di culto, monumenti esemplificano un ordinamento tipologico che consente un accesso rapido a precise categorie di oggetti.
E un’ulteriore opzione di visita, tipica delle applicazioni del geniusLoci digitale destinate alla promozione turistica, è quella di seguire dei percorsi di visita a tema. I percorsi tematici sono in genere programmati collegando tra loro tutti quei nodi della rete che mostrano opere od oggetti che sono assimilabili sulla base di vari tipi di argomento (storico, artistico, architettonico, urbanistico, paesaggistico, eccetera). E tali percorsi si propongono come veri e propri itinerari di visita attraverso lo spazio simulato.



Ambiti applicativi

Gli ambiti a cui può applicarsi il geniusLoci digitale sono numerosi e in continua mutazione ed evoluzione; in un elenco puramente esemplificativo possono figurare:


In generale il geniusLoci è adatto per offrire una conoscenza di ambienti e opere in cui le qualità spaziali, morfologiche, stilistiche, testimoniali dei luoghi e degli oggetti che sono presenti, sono significative per una finalità rappresentativa e comunicativa. E non è invece adatto per presentare oggetti o attività che sono più facili da raggiungere o da comprendere se sono ordinati con altri criteri. In sostanza non ha senso simulare o riprodurre un ipermercato con una visita virtuale, proponendolo come modalità di accesso a servizi di commercio elettronico.
Tuttavia, un complesso di attività commerciali, come ad esempio delle botteghe o dei laboratori artigiani che caratterizzano storicamente un luogo a motivo di una tradizione economico-produttiva o in quanto rappresentativi di una peculiare cultura del consumo lì radicata, possono essere proficuamente proposti alla visita virtuale per varie iniziative di promozione di tali attività e del luogo che li ospita proprio perché possono informare meglio che con altri strumenti luoghi e attività manifatturiere e commerciali.



Guida personalizzata

E’ uno degli strumenti di consultazione a cui siamo più affezionati e che ha subito più metamorfosi dalla sua creazione nel 2000 con giraBologna. E’ particolarmente adatto alle applicazioni del geniusLoci digitale nella promozione del turismo culturale, quell’ambito in cui le persone scelgono e si documento sulle attrattive da visitare durante i viaggi. Ciò che viene infatti offerto al turista virtuale è la possibilità di creare durante l’esplorazione una propria lista contenente i riferimenti ai luoghi e alle opere trattate dal geniusLoci digitale che lo hanno maggiormente interessato. Alla fine dell’esplorazione virtuale l'utente può stamparsi la Guida personalizzata con la lista degli oggetti scelti ed usarla nella visita reale oppure, se è stata implementata l’opzione, può salvare la lista in un proprio profilo e ricaricarla sul proprio smartphone per usarla durante la visita reale.



Dimensioni variabili ed estendibilità

L’applicazione del geniusLoci digitale è modulare e flessibile, e questo lo rende adattabili alle più diverse esigenze comunicative. Quindi una sua applicazione può nascere con un numero limitato di oggetti e opere trattare e può poi crescere tramite successivi ampliamenti e approfondimenti.
La modularità del sistema favorisce inoltre la flessibilità del suo impiego. Cosicché, nelle applicazioni destinate alla promozione turistica, ad esempio, a partire dalla rete di nodi di base della prima implementazione si possono creare successivamente vari percorsi di visita a tema, orientati alla valorizzazione di opere e luoghi specifici in occasione di eventi culturali ed espositivi che lo coinvolgono, come, ad esempio, mostre, restauri, convegni, fiere, eccetera.



Integrabilità con le risorse esistenti

Le applicazioni del geniusLoci digitale sono integrabili con le risorse Web già esistenti e grazie alla raggiungibilità diretta di qualsiasi nodo panoramico della rete del gLd è possibile offrire una visita virtuale di approfondimento a partire dalla scheda descrittiva di un qualsiasi luogo o spazio trattato in un sito Web. Inoltre, usando i "link interni" che vengono collocati nelle nostre “schede descrittive", è possibile aprire qualsiasi contenuto informativo presente nelle pagina del sito Web ospitante.
Infine le risorse informative già in possesso del cliente sono utilizzabili proficuamente anche nella fase produttiva del gLd. Specialmente nell'ambito della promozione turistica, gli archivi iconografici (fotografie, incisioni, cartoline, riproduzioni di dipinti, eccetera), gli archivi cinematografici, le raccolte di schede descrittive di opere e attrattive storico-artistiche (eventualmente già tradotte in altre lingue) sono risorse che possono arricchire la realizzazione del gLd, rendendone anche meno costosa la realizzazione.





 
marchio APAlba Pratalia - 2022           accesso prototipi | cookie e privacy